Header

 
Ugaf > Media > Percorsi > Editoriali Percorsi > Editoriale Percorsi 32019
 

 

 
Editoriale Percorsi

​Cari Soci,

Un’Associazione, tanti modi di intenderla e di viverla, ma un unico fine: essere presenti nella società e utili in particolare al territorio nel quale viviamo. 
Se vogliamo, anche questa è l’immagine dell’Ugaf emersa dal Consiglio Direttivo che si è svolto ad aprile al Mirafori Motor Village. Quest’anno ho voluto far emergere, direttamente dal racconto dei protagonisti, la vastità e la diversità dell’impegno dei Gruppi: da Mirafori Carrozzeria a Foggia, da Termoli a Suzzara fno alla Sevel Val di Sangro.
Colpisce che, pur nelle peculiarità regionali e industriali che ogni sede rappresenta, i tratti fondanti dell’Associazione siano chiaramente riconoscibili e sviluppati in coerenza con il nuovo spirito che ci anima.  
Ogni Gruppo ha intensifcato l’impegno nel volontariato, pur senza dimenticare gli interessi culturali (visite a musei e località storiche, organizzazione di spettacoli teatrali) e di svago (viaggi e tornei sportivi). 
 
Tra gli esempi presentati al Mirafori Motor Village voglio citare le iniziative per i bambini ricoverati all’Ospedale Regina Margherita di Torino, il lavoro svolto nell’ambito delle Caritas locali e per il trasporto di bambini e anziani ai luoghi di cura o di svago. E poi, l’impegno sul territorio e all’interno delle comunità al fianco delle organizzazioni che mantengono vive tradizioni o contribuiscono allo sviluppo di peculiarità locali. Per esempio, la Festa del grano a Jesi o la collaborazione con la Scuola Arti e mestieri di Suzzara attraverso apposite Borse di studio.

Sono alcuni esempi, certo, ma rappresentativi di una molteplicità di “missioni” che connotano una folla di persone che avvertono il dovere etico di impegnarsi. Sono loro a interpretare meglio di tutti lo spirito dell’Ugaf.
Donne e uomini con un patrimonio di esperienze acquisite in anni di lavoro e armati della volontà di contribuire al miglioramento della nostra società, sono la testimonianza più eficace del signifcato e della vitalità dell’Associazione.

Diego Pistone