Header

 
Ugaf > Media > Percorsi > Editoriali Percorsi > Editoriale Percorsi
 

 

 
Editoriale Percorsi
Cari Soci, cari Amici,

voglio dedicare questo editoriale all’evento epocale che tutti noi attendevamo da tempo: l’arrivo di Stellantis, una compagine tutta nuova e forte, grande player industriale che nasce, per usare le parole del suo neo presidente John Elkann, «proprio quando il nostro mondo richiede un nuovo tipo di azienda automobilistica, che si faccia promotrice di soluzioni sostenibili, intelligenti e in grado di offrire libertà di movimento per tutti». Per quanti pensano che ormai questa non sia più storia propria, mi permetto di dissentire. Quando il presidente ricorda che «il Gruppo Stellantis nasce con un ricco patrimonio industriale che affonda le proprie radici in oltre 200 anni di attività e riunisce molti dei marchi più prestigiosi della storia dell’automobile», si riferisce al passato di cui abbiamo fatto parte anche noi. Senza saperlo, abbiamo lavorato, ciascuno nel suo ruolo, per far sì che l’Azienda crescesse così tanto e bene da arrivare a questa nuova realtà. Certamente, l’attuale Gruppo è molto differente da quello di ieri perché diverse sono state e saranno le sfide da affrontare. Saltano agli occhi, oggi, «la diversità geografica e culturale delle persone che lavorano in Stellantis», come ha sottolineato il nuovo Ceo Carlos Tavares, «una differenza che è anche un vantaggio competitivo».
 
E poi la nuova visione del Gruppo, che si traduce in un obiettivo sfidante cioè «ridefinire il futuro della mobilità». Un progetto immenso, una nuova era nella quale ci può trasportare solo un know-how d’eccellenza. Non voglio ulteriormente dilungarmi su questioni che avrete certamente letto o ascoltato sui media data la portata internazionale dell’operazione, ma come presidente Ugaf voglio invitarvi a sostenere o, permettetemi il tono confidenziale, “a fare il tifo”, per questa nuova Società il cui Dna affonda nella storia. In parte anche nostra.​
 
Diego Pistone
​​